buy provigil india Forse non tutti sanno che il settore sanitario ha un impatto notevole sull’ambiente: ben il 5% delle emissioni di gas serra sono dovute all’assistenza sanitaria e, in questo ambito, il settore odontoiatrico è un grosso contributore. Se il settore sanitario fosse un Paese, sarebbe il quinto più grande emettitore di gas serra del pianeta.

http://kombuchaamerica.com/up.php L’assistenza sanitaria orale contribuisce a questo onere ambientale con l’inquinamento atmosferico derivante dal rilascio di CO2 associato ai viaggi e ai trasporti, all’incenerimento dei rifiuti, all’impatto dei gas serra dei gas anestetici come il protossido di azoto e all’elevato consumo di acqua.

In modo più specifico, tutte le procedure odontoiatriche producono significative quantità di carbonio. Le otturazioni dei denti, ad esempio, producono circa 15 chilogrammi di CO2eq (equivalente di anidride carbonica) per procedura; un singolo trattamento canalare produce 23 chilogrammi di CO2eq, una protesi tra 58 e 71 chilogrammi di CO2eq.

Il protossido di azoto N2O, l’anestetico dentale per inalazione più comunemente usato, è un gas serra con un potenziale di riscaldamento climatico molto maggiore rispetto alla CO2. Un solo chilogrammo di protossido di azoto equivale a 298 chilogrammi di CO2 e 25 chilogrammi di metano, un altro potente gas serra.

La prevenzione è, quindi, il modo migliore per conservare in buona salute sia la tua bocca che il pianeta. Ognuno di noi può fare prevenzione grazie a semplici buone abitudini quotidiane, come spazzolare i denti almeno due volte al giorno con un dentifricio al fluoro, utilizzare il filo interdentale, ridurre il consumo di zuccheri, bevande gassate e alcolici ed eliminando le cattive abitudini come il fumo, anche quello delle sigarette elettroniche.

Al fine di ridurre ulteriormente la propria impronta di carbonio è importante scegliere spazzolini e dentifrici con packaging prodotti con materie prime sostenibili, riciclare tutto ciò che è possibile e cercare di ridurre al minimo il consumo di acqua potabile quando si lavano di denti.

Controlli periodici dal dentista e un’igiene dentale professionale almeno due volte all’anno saranno le carte vincenti per avere a lungo un sorriso sano. Quando è necessario un trattamento, verifica che il tuo dentista utilizzi prodotti e materiali di alta qualità, che durano più a lungo e/o richiedono meno sostituzioni. Chiedi inoltre di poter fissare i controlli per tutta la famiglia, così da ridurre gli spostamenti per recarsi allo studio.

Tanti piccoli gesti, apparentemente di poco peso, possono fare una grossa differenza per il nostro pianeta!

Fonte: “Healthy Mouths, Healthy Planet” Inside View 18/03/2022 • Ihsane Ben Yahya, Nicolas Martin & Steven Mulligan
Credits: Photo by Superkitina on Unsplash