conjunctively Quali cibi mettere a tavola per conservare la naturale salute del cavo orale e la brillantezza dei denti?

Il sorriso è il nostro biglietto da visita: è grazie ad esso, infatti, che ci si presentiamo agli altri. Avere un sorriso smagliante rappresenta quindi un ottimo vantaggio sia nelle relazioni personali che professionali.

Conservare i denti bianchi, forti e sani non è così semplice, perché lo smalto è quotidianamente aggredito da molti nemici, come il fumo delle sigarette – anche quelle elettroniche – o l’acidità di alcuni alimenti, come bibite gassate, caffè, zucchero, ecc.

Per evitare che i denti si macchino e ingialliscano, oltre alla normale igiene dentale quotidiana e ai controlli regolari del dentista, è quindi importante scegliere una dieta poco aggressiva per lo smalto. Vediamo allora quali sono i principali alleati del nostro sorriso.

anarchically Frutta
Tutta la frutta in generale, soprattutto grazie all’apporto di vitamine e sali minerali, aiuta a conservare a lungo la brillantezza dei denti. Questi micronutrienti, una volta assorbiti dall’organismo, rinforzano sia la struttura dentale che lo smalto, oltre a rinvigorire il sistema immunitario per neutralizzare più velocemente l’azione di batteri dannosi.

Le proprietà benefiche delle mele per l’organismo sono note da sempre ma forse non tutti sanno che sono utili per levarsi anche il dentista di torno oltre al medico. Il merito pare sia dell’acido malico che, incentivando la salivazione, aiuta a contrastare le aggressioni esterne e a mantenere il microfilm protettivo dei denti. Anche le fragole, da sempre considerate un frutto sbiancante per i denti, ne sono ricche. L’ananas, invece, aiuta a mantenere il colorito bianco a lungo e a ridurre l’ingiallimento grazie alla presenza di bromelina.

Veshnyaki Verdura
La verdura non può mai mancare sulla nostra tavola perché fonte principale di sali minerali e vitamine, fondamentali per il benessere del nostro organismo e quindi anche dei denti.
Fra le tante verdure indicate per mantenere un bel sorriso, i broccoli pare siano i più efficaci. Ricchi di fibre, aiutano a rimuovere i residui di cibo anche negli spazi interdentali difficili da raggiungere con il normale spazzolino. Inoltre, l’elevato contenuto di ferro stimola le naturali difese dello smalto. Il sedano, invece, stimolando la salivazione, impedisce ai pigmenti dei cibi di oltrepassare il microfilm dentale e riduce le infiammazioni alle gengive.

Burnham-on-Sea Formaggi e latticini
Spesso oggetto di campagne denigratorie, in realtà formaggi e latticini sono ottimi alleati del nostro sorriso. I prodotti caseari, infatti, agiscono in due modi: garantendo un apporto costante di calcio, un minerale essenziale per la salute della dentatura, e stimolando la salivazione. Il calcio rinforza le radici e solidifica lo smalto, rendendolo meno soggetto all’azione delle sostanze aggressive. Più lo smalto è resistente agli agenti esterni, minori sono le possibilità che possa ingiallire o macchiarsi. Formaggi e latticini, inoltre, stimolano la produzione della saliva che, com’è noto, contiene degli elementi naturali per combattere l’acidità e l’azione dannosa di alcuni batteri, preservando così la salute del cavo orale.

Come abbiamo potuto osservare, il dente non è una struttura statica ma dinamica: ogni volta che mangiamo del cibo si modifica il Ph della nostra bocca. Più questo diventa acido, più lo smalto dei denti s’indebolisce, favorendo la formazione di placca, tartaro e carie. La frutta e la verdura croccanti aiutano a pulire i denti mentre latte e latticini proteggono lo smalto, perciò è consigliabile terminare il pasto con un pezzetto di formaggio e comunque bere un bicchier d’acqua per ristabilire il Ph dopo che si sono consumati alimenti acidi. Inoltre, è consigliabile attendere almeno quaranta minuti dopo il pasto prima di spazzolare i denti, perché appena mangiato il Ph della bocca è più acido e i denti sono più deboli.

Riscopri il piacere di sorridere

Contattaci