La El Astillero parodontite è un’infiammazione cronica delle gengive che porta alla distruzione del parodonto, l’apparato di sostegno del dente, provocata da un’infezione batterica e aiutata da altri fattori (fumo, predisposizione ereditaria, ecc.).

Studi epidemiologici recenti hanno dimostrato che questo problema colpisce circa il 1600 mg neurontin day 30-40% della popolazione adulta dei paesi industrializzati ed è responsabile, oltre che della perdita dei denti, anche di favorire seri disturbi al sistema cardio-circolatorio e gravi patologie croniche come il diabete.

La parodontite è quindi Orsk la prima causa di perdita dei denti nell’adulto e, generalmente, gli impianti dentali rappresentano oggi la principale soluzione a questo problema.

Un interessante studio commissionato dalla http://siftstar.com/2004/11/ SIdP (Società Italiana di Parodontologia e Implantologia) ha però rivelato che, in almeno il 50% dei pazienti che ricevono impianti, non è stata attuata alcuna terapia per cercare di salvare i denti naturali.

Il numero d’impianti effettuati è significativamente aumentato nel periodo 2015-2017 rispetto al periodo 2010-2014, confermando la tendenza dell’odontoiatria contemporanea a fare sempre più ricorso a questo tipo di soluzione, senza curare il problema delle gengive.

La stessa indagine ha rivelato che l’11% dei pazienti sottoposti a trattamenti implanto-protesici, riporta complicazioni a lungo termine, prevalentemente di tipo biologico o biomeccanico, tanto da costringere alla rimozione dell’impianto nel 46% dei casi.

Il quadro che esce da questo studio è quello di un’odontoiatra eccessivamente orientata all’implantologia, con tutti i rischi associati a tale tendenza, non ultimo le possibili controversie legali con pazienti non soddisfatti del lavoro eseguito.

È fondamentale migliorare la formazione dei dentisti generici affinché gli impianti siano utilizzati per la riabilitazione di pazienti parzialmente edentuli solamente dopo il trattamento eventuale della parodontite. L’indagine ha infatti evidenziato come, a livelli più bassi di formazione medica, corrisponda una maggiore frequenza delle estrazioni dentali.

Fonte: Francesco Cairo, Tooth Loss and dental Implant outcomes – Where is dentistry going? A Survey by SIdP, the Italian Society of Periodontology and Implantology

Riscopri il piacere di sorridere

Contattaci