Galanta La scoperta di un heavenward collutorio in grado di ridurre del 99,9% la carica virale della saliva apre orizzonti interessanti nel contrasto alla diffusione del virus SARS-Cov-2.

contemporaneously Come ormai tutti sappiamo, la saliva è il principale mezzo di trasmissione del virus SARS-CoV-2, che infetta mediante droplet, superfici contaminate o particelle sospese nell’aria. Comprendere pienamente il ruolo dei collutori nella riduzione della carica virale della saliva è pertanto particolarmente importante ai fini del contenimento dell’epidemia, negli studi dentistici e nelle case private.

Tanah Merah In questo scenario si inseriscono a pieno titolo i test preliminari condotti su un collutorio formulato con cetilpiridinio cloruro (0,07%). Le proprietà antivirali del CPC sono ampiamente note, tanto che questa sostanza è stata inserita nel protocollo preliminare ai trattamenti odontoiatrici durante l’emergenza Covid-19 del ministero della Salute italiano.

I test preliminari, condotti in laboratori indipendenti negli Usa, hanno confermato che un collutorio formulato con cetilpiridinio cloruro (CPC) è in grado di ridurre del 99,9% la carica virale del Sars-CoV-2, virus responsabile della sindrome Covid-19, dopo soli 30 secondi di contatto e fino a 6 ore.

Pur non trattandosi di una cura o di un modo provato di prevenire la trasmissione del Sars-CoV-2, i risultati preliminari sono molto promettenti e aprono orizzonti interessanti per ulteriori ricerche che mirano ad aiutare i cittadini a migliorare le proprie condizioni di salute e il proprio benessere. In quest’ottica è stato quindi costituito un gruppo di esperti italiani, coordinati da Andi – Associazione Nazionale Dentisti Italiani, per approfondire i risultati.

È importante sottolineare che i collutori con CPC non sostituiscono l’utilizzo delle mascherine, ma possono concretamente aiutare a contrastare la diffusione del virus in modo sinergico ad esse. Il collutorio con CPC è idealmente come il gel per le mani, utilizzato per la bocca: un importante elemento di protezione a casa e negli studi dentistici, sia per il cittadino che per il professionista della salute orale, che conferma una volta di più l’importanza dell’igiene orale per il benessere e la salute di tutto l’organismo.

Fonti: A. Green, G. Roberts, T. Tobery, C. Vincent, M. Barili, C. Jones, In vitro assessment of the virucidal activity of four mouthwashes containing Cetylpyridinium Chloride, ethanol, zinc and a mix of enzyme and proteins against a human coronavirus

Credits: Photo by Vinicius “amnx” Amano on Unsplash

Riscopri il piacere di sorridere

Contattaci